martedì 3 gennaio 2012

Dopo 1 anno



Collage di foto a zero, sei mesi e un anno della mia vasca.
Scusate la bassa qualità delle foto :)

mercoledì 27 luglio 2011

Crescite dopo 6 mesi.

Un piccolo collage, che fa capire bene l'evoluzione della vasca, e le crescite dei suoi ospiti.
La luce è diversa solo per un miglior bilanciamento del bianco.
Per il resto... sta venendo su bene la cucciola.



martedì 26 luglio 2011

Piramidella, la piccola mangia tridacne

Come ho scoperto da tempo, nella mia vasca, non potrò mai mettere Tridacne o molluschi affini, in quanto ho queste "brutte" bestiole.
Non ho idea di come si possano debellare, anche se credo non sia possibile, se non inserendo pesci che comunque spizzicherebbero i coralli.
Quindi se vediamo lumachine del genere, evitiamo direttamente l'acquisto e mettiamoci l'anima in pace.
Qua sotto alcune macro di un lumaca del genere Piramidellae




Zebrasoma Scopas



Alcune foto di un pesce di relativo facile allevamento nella vasta famiglia degli acanturidi.
Il pesce in questione si è sempre dimostrato pacifico e tollerante nei confronti degli altri pesci di taglia inferiore alla sua.
Passa le giornate a spizzicare tra le rocce, ed è molto attivo.
Come alimentazione vario tra Elos SV.M2 e mangime in fiocchi specifico per acanturidi.

sabato 7 maggio 2011

Crescita di 4 mesi...


A 4 mesi circa dall'introduzione dei primi animali in vasca, volevo proporre la crescita degli stessi con 2 fotografie all'incirca dalla stessa posizione.
Di tutti gli animali, è stata spostata solo l'acropora gialla, perchè non la vedevo molto bene in quella zona.
Il resto è rimasto invariato.






lunedì 11 aprile 2011

Tritoniopsis Elegans il nudibranco parassita di litophytum e alcionacei

Vedendo il Litophytum Arboreum che pian piano regrediva, ho pensato inizialmente ad un'acqua eccessivamente oligotrofica,ma se avessi avuto un'eccessiva oligotrofia, mi son detto, ci sarebbe stata una veloce regressione anche di altri "molli" come Discosoma o zoantidi.
Inoltre, la vasca è relativamente giovane, e ancora non sono regressi del tutto i rimasugli della maturazione.
Insomma, ad "occhiometro", la vasca e l'acqua non mi sembravano davvero così oligotrofiche.
Comunque ho iniziato ad alimentare e curare il Litophytum, utilizzando SVC della Elos per "sporcare" un po più l'acqua, ma ottenendo il solo (e ottimo) risultato, di avere un'esplosione di "anfipodaglia e spirografume".
Ho quindi iniziato a controllare l'alcionaceo, senza però aver nessun riscontro.
Ho anche avuto il sospetto di paguri o granchi e ho quindi iniziato a monitorare la vasca di notte, finchè non ho visto quest'immagine:


















Nella foto si distingue facilmente il nudibranco parassita, ma vi assicuro che ad occhio nudo, non è facile vederlo, in quanto sembra essere lo stesso alcionaceo, ma poco più chiaro.
Comunque, estraggo il litophytum dall'acqua e stacco facilmente i due nudibranchi.
La loro lunghezza era rispettivamente di 40 e 45mm per una larghezza di 10mm


















L'apparato buccale è simile a quello di una lumaca, anche se meno sviluppato e "credo" sia privo di raspi, la consistenza dell'animale non è gelatinosa come si può pensare, ma ha una consistenza solida, simile al gambo di un Sarcophytum per intenderci.


















Sul dorso presenta molte appendici che similano quasi perfettamente i polipi delle sinularie, dei litohytum e di vari alcionacei.
Visto da sopra, davanti alla bocca presenta un'escrescenza simile a "baffi".


















In quest'ultima foto invece potete vedere il "morso" che ha asportato letteralmente una porzione dell'invertebrato.


















L'asportazione dei nudibranchi, credo sia da effettuare solamente in maniera meccanica, in quanto tra i vari forum e nei vari articoli, non ho trovato un loro "nemico naturale".
Mi viene comunque da pensare, visto le dimensioni, la consistenza e la non velocissima frequenza di riproduzione (perlomeno nella mia vasca) che non sia difficile debellare questo "parassita" e che non appena si estirpa il problema, i nostri alcionacei si riprenderanno relativamente in fretta.
Come per le Turbellarie, bisogna debellare anche le uova.
Io, avendo una vasca con una capacità abbastanza grande, ho risolto risciacquando la porzione della roccia infestata sotto un getto di acqua bollente, e dopo 2-3 minuti ho spazzolato.
Ho usato questa "tecnica" perchè per 2-3 minuti le uova vengono "bollite" quindi anche se spazzolando dovessi spargerne qualcuna, sono quasi sicuro che siano ormai morte.
Le uova si presentano in piccoli gruppi bianchi in un'abbondante massa gelatinosa trasparente e sono facilmente individuabili.
Metto 2 foto anche delle uova, prima nella posizione originaria della roccia,



















poi , ovviamente il tutto fatto a pompe spente, con la roccia "in mano" pochi secondi prima di estrarla dall'acqua.



















Un'ultima cosa... ho cercato su vari siti specializati a che specie apparteneva il nudibranco, ma non sono riuscito ad identificarlo con certezza.



















Su un forum lo identificano come Dendronotus sp. ma su seaslug , forum specializzato nell'identificazione dei nudibranchi, non ho avuto nessun riscontro.
L'amico Danilo Ronchi in collaborazione con pfft alias Andrea sono riusciti ad identificare correttamente il nudibranco parassita, si tratta di Tritoniopsis Elegans.
Ringrazio entrambi per l'aiuto datomi e ... per il premio birra pagata in Sardegna (viaggio escluso) ehehe.
Con questo ho solo voluto contribuire ad aiutare chi si trova con "misteriose" regressioni di alcionacei in vasca.
Le foto come sempre sono in formato integrale, basta cliccarle per vederle in dettaglio.

venerdì 11 marzo 2011



Anemone notturno, molto simile alle Aiptasia, ma a differenza delle "cugine" appare solo la notte e non è dannosa per gli altri invertebrati.

Euphyllia Ancora visione notturna


E' una grande sorpresa avvicinarsi all'acquario di notte, e vedere come si alimentano Sps ed Lps.
Una cosa che non avevo mai visto (e non sospettavo potesse farlo) è vedere le "bocche" dell'Euphyllia Ancora, completamente aperte a poche ore dallo spegnimento delle luci.

Volevo perciò condividere con voi questo scatto notturno

giovedì 24 febbraio 2011

Lysmata Debelius

Dopo 3 giorni d'assenza, esce col vestito nuovo (fresco di muta).
Simpatico crostaceo, molto appariscente un po più timido del "cugino" Lysmata Amboinensis.
Esce comunque non appena sente odore di cibo, catapultandosi sulla prima cosa che gli passa davanti.
Le foto non sono eccezzionali, sono le prime che riesco a fargli.
Infatti appena entrato in vasca è sparito per fare la muta che ho trovato tra le rocce, ovviamente temendo il peggio.
Come tutte le altre, cliccando sulla foto viene visualizzata in dimensioni reali.



domenica 20 febbraio 2011

Zebrasoma Scopas

Certi episodi sfortunati, portano nuovi ospiti nella mia vasca.
Alessandro, ha allestito da un po un'acquario marino, ma a causa di una calza di carbone messa male in uno skimmer esterno, il bicchiere ha tracimato, andando a fare cortocircuito con un'impianto elettrico non proprio fatto ad hoc.
Ora, Alessandro vuole riiniziare tutto da capo, quindi per ora lo Zebrasoma è un'ospite (assieme ad altri).
Se dovesse riuscire a farsi la vasca, e glielo auguro di cuore, lo Zebrasoma tornerà da lui.
Per ora a voi la fotina del pesce che si è ben acclimatato.

venerdì 18 febbraio 2011

Copepodi?


Non è un'anfipode, ma per essere un copepode, mi sembra un po troppo grandetto, cos'è?
Come sempre, cliccandoci sopra, la foto è in formato XL :)

sabato 12 febbraio 2011

Spolipamenti....

Un piccolo video su come stanno le cucciole.
Siamo al 60-70% delle condizioni in vasca, si può migliorare.
Intanto i test dell'acqua hanno dato ottimi esiti, gli obiettivi per ora sono eliminare in fosfati residui (0.02) e molto più avanti innalzare i valori di calcio e magnesio, che per ora sono comunque ben bilanciati (400/1250)

domenica 30 gennaio 2011

Per la serie rocce vive (sono ancora in esplorazione) proponiamo una colonia di... non lo so, ma molto probabilmente xenia, hantelia, o sansibia sp. nata spontaneamente dalle rocce.

La stranezza di questo invertebrato è che non ama la luce e solitamente gli invertebrati la amano.
comunque, se qualcuno riuscisse a meglio identificare l'animale, può aggiungere un commento sempre gradito.
cliccando la foto (su questa come su tutte le altre) la visione sarà ottimale.



venerdì 28 gennaio 2011

Perchè si chiamano rocce "vive"

In quanti ci hanno preso per scemi, o hanno pensato ad un'esagerazione, quando abbiamo citato le rocce "vive"?
Bhe, in questo post aggiungerò le foto migliori delle rocce "vive" e credo che la prossima volta che le citerete vi diranno ma si muovono anche?
;)












Ultimo layout sul DSB

Non potevo vederla quella parte sinistra della rocciata centrale...
No proprio non la potevo vedere, e ora non la vedrò più.
Stamattina giornata di pioggia, il principale chiama, oggi non si può lavorare... e ora che faccio?
Accendo la vasca, è giunta la sua ora...
Levo gli animali, e inizio...
2 ore di lavoro e ora, a parte qualche piccolissimo dettaglio, finalmente mi piace.
Ho abbastanza spazio libero sulla sabbia, anche se l'ho ridotto, ho tantissimo spazio per l'inserimento degli animali sulle rocce, ho innalzato il fondo della parte destra che aumenta non di poco la profondità, ho lasciato sempre il canion, che ormai si è ridotto ad un canaletto e ho staccato la rocciata dal vetro di fondo, creando una piatta isola centrale.

A "me mi" piace...


martedì 25 gennaio 2011

Crescita in Florida o Florida in crescita?


Jianco, ho un problema, dalla punta della Florida stanno spuntando delle escrescenze fucsia....
Cosa devo fare?

;

domenica 23 gennaio 2011

Meglio imparare da piccoli no?

Il piccolo Gabriele, 2 anni, espone ora la sua conoscenza della tecnica in acquario.

Buon sangue, non mente!!!!!!

domenica 16 gennaio 2011

Alcune foto in generale, tanto per provare la Nikon


una basetta soppravissuta di Acropora Millepora, sotto vermi simili a Spirografi e piu sotto ancora, alghe coralline, non molto dissimili a piccole Montipore Foliose


Alga corallina, sempre di quelle simili a Foliose


Una prova di macro: Acropora Florida


Spolipamento di Acropora Nobilis


Acropora Florida, speriamo continui così !!!

e qui abbiamo una magia. una talea della mio primo corallo: Acropora Prostrata, praticamente la figlioletta dell'acropora che ho usato come immagine del blog.

e qua una panoramica generale, si vede il fondo sabbioso ricoperto da diatomee e a tratti qualche blanda colonia di cianobatteri, non è anormale per un fondo sabbioso di appena 7 giorni!!!


Alcune foto, fatte per provare la Nikon L110 in acquario.
devo riprendere la mano nei settaggi per ora siamo quasi a posto, devo migliorare messa a fuoco e colori, e magari procurarmi un cavalletto.
per il resto niente da dire, è una Nikon e per me va bene così.

cliccando sulle foto in queste come in quasi tutte le altre, si possono vedere in dimensioni reali.

Video acquario marino

Proviamo a fare un video... chissà possa rendere l'idea, anche se dal vivo è tutta un'altra cosa.

Non vedo l'ora che si stabilizzi il tutto per potermi divertire un po :D


video

sabato 15 gennaio 2011

Recensione oggettiva del LGs800sp impressioni

scegliamo uno skimmer per le nostre vasche, un'ottimo rapporto qualità/prezzo viene da LGS-

qui voglio parlare di un, a mio avviso, Mostro.

lo skimmer LGS800sp.

partendo dall'enorme disponibilità di Geppy in fase prevendita, arriva la confezione.
Niente scatoloni firmati, con foto o altro, ma una semplice scatola di cartone di manifattura artigianale.

apriamo lo scatolone e totalmente immerso in palline di polistirolo, la prima cosa che acchiappo è il bicchiere, o meglio il "secchio" dello skimmer, grande, grande per me che per le mani ho avuto solo 5-6 skimmer (seaclone, TF1000, deltec MCE300, e forse l'unico paragonabile per dimensioni ma solo visto, l'H&S del mio amico Leo)

continuando a frugare nel mare di polistirolo levo il corpo dello skimmer.... tozzo mi dico, e pesa pure, no non sono plastichine.
Non mi dilungo a parlare di marca e modello di pompa, girante ecc, perchè sono dettagli che potete trovare sul sito di LGS

Monto lo skimmer e lo provo in acqua dolce, giusto per provarlo e lavarlo... uhm... no, ho paura che non funzioni, bolle enormi... ma è acqua dolce, di rubinetto e sopprattutto lo skimmer è appena stato levato dall'imballo.

lo asciugo e lo ripongo nella sua confezione dove rimarrà per quasi un'anno.

Finisco la vasca, è giunta la sua ora.

Riempio la sump (60-70 litri circa) con vera acqua di mare diluita con RO fino a 1026 di densità, ci monto su una pompetta da 700l.
Lo accendo, non si sente nulla se non a tratti un leggero gorgoglio dall'aspirazione.
Schiuma!, schiuma tanto, schiuma densa e bianca e non per vantare il prodotto, tanta, tanta schiuma.
Il collo si riempie quasi subito, ma nel bicchiere ancora nulla... dopo 2 ore ricontrollo, il collo è vuoto, e schiuma solo leggermente.
Levo il bicchiere, il collo è oleoso... erano solo 70 litri e di PURA acqua di mare tagliata con RO ed è riuscito a tirare una patina consistente....è una bomba mi dico!

finisco di riempire la vasca, e metto la sabbia.. ora ti voglio vedere Mostro... sgobba!

una piccola chicca... credo che il mio LGs800sp sia l'unico senza base :D

Ore 17:19 la vasca è in queste condizioni.
ore 17:48 il bicchiere è pieno di acqua molto più sporca di quella della vasca, uhm.... no, non mi freghi, troppo bagnato.
Mi serve una schiuma intensa, non posso chiudere il rubinetto dell'aria... abbasso il livello dello skimmer tramite lo scarico dello stesso e porto il livello dell'acqua alla base del collo del corpo skimmer.
ore 18:34, 1/2 cm di "schiumato", più che altro, vero e proprio limo della sabbia appena messa.
dopo 2 giorni, l'acqua non si vedeva più.
La regolazione è delle più semplici che ci siano e sono 2
1) regoli l'altezza della colonna d'acqua all'interno dello skimmer, agendo sullo scarico.... in pratica lo tiri su o giù all'altezza in cui preferisci arrivi l'acqua
2) un rubinettino (anche grandetto per essere solo un'aspirazione dell'aria) ti permette di regolare la miscela aria/acqua.

io ho impostato la colonna d'acqua a circa 2 cm sotto il collo dello skimmer e l'aria tutta aperta.
Lo schiumato appare di colore marroncino chiaro, tipo birra scura per intenderci.
con 3 pesci su 500-600 litri circa, leva un cm di schiumato al giorno.

Non male, bella bestiola questo LGS800sp !!!


video

Si riparte, DSB e rocciata canyon

Finalmente dopo tanto, si riparte con la nuova vasca!!!!

allora, la vasca è un cubo, 86x86x65 h con vetro float per il fondo e i 2 lati non visibili da (se non erro) 15mm
i 2 frontali visibili invece, sono in cristallo extrachiaro, il tutto siliconato e fatto da io :)
doppio scarico da 40 mm (non si sa mai)

l'illuminazione è affidata ad una lampada aqualine 10k montata su riflettore lumenarcIII e con ballast ferromagnetico.

Il movimento in vasca verrà a breve aggiornato, visto che le pompe di movimento definitive sono in arrivo, per ora ho 2 marea 4400 (appena sufficienti)

Sotto abbiamo una sump da 90l, in cui trova posto uno Skimmer LGS800sp, l'immancabile Elos Rea 120 fa da reattore di calcio, mentre la mandata è affidata alla classica indistruttibile eheim 1260.

Il sistema di rabbocco sarà come la volta scorsa composto da galleggiante eletronico e tanica da 30l.

Il sistema di gestione per ora sarà molto semplice e basilare, in attesa che il DSB maturi e di valutare su quale sistema di gestione orientarmi.

Stavolta non sarà una vasca composto solo o per la maggior parte di SPS ma vorrei un po più di movimento, quindi nelle zone basse troveremo sicuramente uno o due ceriantus, probabilmente una Tridacna, e se riesco a trovarla "che viva" una Catalaphillia e un'Heliofungia.

Come pesci credo di mettere una ventina di chromis, sicuramente una coppia di Amphiprion, un Flavescens, e poi vedremo.

Gli SPS pochi ma grandi.

ora ovviamente ci sono un po di diatomee sulla sabbia, ma non mi preoccupa più di tanto, come son venute spariranno.

finalmente posso ridirlo: A VOI LE FOTO!!!!!

ogni commento è ben accetto :




s



n